Il Salotto Italiano

di cuckold / sweet e bull
Oggi è lunedì 10 dicembre 2018, 2:58

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 322 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 33  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: da dove ricomincio..?
MessaggioInviato: venerdì 14 agosto 2015, 12:51 
Non connesso
Utente certificato
Utente certificato
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 dicembre 2010, 16:03
Messaggi: 631
Località: roma
Dunque, da dove posso ricominciare? Provo dalla fine, ma inevitabilmente, e forse sommariamente, dovrò riconnettere i fili con il passato.
Due sere fa verso le 18.00, si avvicina e mi dice:" senti avrei ricevuto un invito per un aperitivo, che faccio vado?" Ovviamente era chiarissimo da chi a esse ricevuto l'invito così come il fatto che la domanda era più che altro u a forma di cortesia, ma la risposta attesa era scontata. Ed infatti, io ho risposto rassicurandola: "ma certo perché no? Vai divertiti, distraiti, io sto già cucinando ti faccio trovare tutto pronto" il tutto con un buon livello di entusiasmo.
E così per a prima volta è uscita con lui mentre io ero a casa, dicendomelo, come se fosse una cosa normale. Ci siamo arrivati. Già ma come si arriva a questo? Mia moglie è uscita con il suo nuovo amante. La storia sta appena iniziando, siamo agli albori. Come al solito, come in passato, niente di improvvisato. Lo conosce da anni, lo stima, c'è simpatia a prescindere dall'evoluzione in corso. Niente di finalizzato. Un rapporto personale vero è la base imprescindibile per lei. Da qualche mese, lui ha iniziato però ad osare, qualche invito per un caffè, prima sempre rifiutati. Poi un giorno tempo fa lei mi dice: "che dici accetto?" Ed io "beh si perché no?" "Sì ma guarda che se ci vado poi la cosa è netti nata a continuare eh.." ho capito così che lei ci aveva fatto un pensierino a lui come nuovo rapporto. E cosi dopo il primo caffe ne sono arrivati altri, lei ha sempre accettato gli inviti, lui iniziato a sperare, poi aperitivo..lui ha iniziato a capire..poteva farcela. Lui più grande di età, forse non se lo aspettava, probabilmente proprio no. Ed invece, io sapevo, perché lei me lo aveva detto che si, ci sarebbe stata, e certo non per una botta e via. Lui è un brava persona dice lei, gentile, tranquillo, la rassicura, sposato...le sta simpatico...E così a pranzo, una due volte, alla terza nel pomeriggio parlo con lei e fugace mente lei mi dice.." eh si stavolta non abbiamo solo mangiato".. ero in ufficio e ci sarei rimasto fino a era quel giorno. Qualcuno credo può immaginare come, ci sono rimasto. ..in ufficio. .Solo poi è solo gradualmente, mi dice ...che era stata solo una pomiciata, la sera stessa, nei giorni seguenti i dettagli..le mani di lui sul suo seno. .tra le sue gambe, anche se vestiti, lei aveva i pantaloni...lui che spinge con le mani lei che risponde spingendo il bacino..dopo di allora altri pranzi, altre pomiciate. .fin'ora non sono andati oltre. L'altra sera solo aperitivo e due chiacchiere. Ma faccio fatica a far capire che per me, beh per me sono già corna. Al di là del sesso, loro hanno già un loro rapporto, i loro tempi, i loro spazi, le cose loro di cui parlano, si sentono al telefono, si messaggiano, anche in mia presenza. ..E soprattutto affianco a questo, c'è la nuova consapevolezza di mia moglie, che ora molto più, di poco tempo fa.. solo poche settimane fa, ha, come dire sempre più coscienza, del mio ruolo, sempre, sempre più. Ha volte pensa che beh si in fondo lo faccio più per una forma di egoismo, mq comunque siamo arrivati a questo a lei che esce dicendomelo, serenamente, mentre resto a casa a cucinare...di ognuna di queste cose accennate dovrei dire di più. .ma per ora mi fermo qui..anche perché come detto per capire come siamo arrivati qui...dovrò raccontare un po del nostro passato..ripeto al quale ho delle novità acquisite io stesso da poco tempo....


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: da dove ricomincio..?
MessaggioInviato: venerdì 14 agosto 2015, 14:26 
Non connesso
-
-

Iscritto il: martedì 27 novembre 2012, 15:28
Messaggi: 2885
Stupendo tutto
Mi appassiona, continua a raccontarci. Le sensazioni sono belle

_________________
Diciamocelo con franchezza: siamo tutti sempre aspiranti. (cit.Malibu, 22 marzo 2016)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: da dove ricomincio..?
MessaggioInviato: venerdì 14 agosto 2015, 15:51 
Non connesso
Utente certificato
Utente certificato
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 dicembre 2010, 16:03
Messaggi: 631
Località: roma
Come dicevo, faccio fatica a far capire che questa situazione, già così, al di là dell'atto sessuale, beh io la vivo, mi sento già cornuto. Hanno complicità, i loro tempi, i loro spazi, si organizzano per averli, parlano delle cose loro, hanno il "loro mondo", sono già una "coppia." Ha farmele sentire contribuisce, come detto, la nuova, affermata consapevolezza di mia moglie. Nel corso degli anni, aveva, come posso spiegare, sempre, ecco aggirato la questione. Prima di questo, aveva, in passato, già avuto tre amanti. Ne ero a conoscenza, consapevole seppur in maniera diversa di ognuno di loro, e lei lo sapeva, però come dicevo, è rimasta per anni, scettica, sulla mia volontà, desiderio, o forse dovrei dire meglio sulla mia condizione di cornuto. Non ci credeva, la evitata forse per senso di colpa, più per diffidenza credo, non era convinta che davvero potesse piacermi questa condizione. Condizione, ripeto, perché per me è più questo che un desiderio. Non ci credeva e dunque la sminuiva, tendeva a annullarla. Sminuendo sempre l'accaduto e negando il mio essere cornuto. Poi deve essere successo qualcosa. Ne abbiamo parlato tante volte, di quello che sento, del fatto che si le avevo accettate e nel farlo avevo imparato a gustare, più delle parole, credo l'abbiano convinta nel tempo, le mie reazioni fisiche. Il mio è eccitamento visibile, e spesso incontrollabile, di fronte un suo qualsiasi accenno ad un altro. Ha capito, sa che è più forte di me. Si diverte a vedermi subito in tiro, in qualsiasi momento, appena parla di uno di loro, o di lui. Ha capito, alla fine sta capendo. L'altra sera appena mi ha detto dell'invito ha subito notato la mia reazione, la mia elezione. Dico sta capendo, perché per darsi una spiegazione, per ora finisce inevitabilmente per credere che la mia sia principalmente una questione di cecità zone sessuale. Ovviamente non è così, c'è molto altro. Tra le tante cose la mia è anche j a forma di metabolizzazione delle corna subite all'inizio, che no, non si cancellano, ma non solo ovviamente. Nebbia mo parlato tante volte e le ho sempre cercato di spiegare i tanti aspetti che contribuiscono al formare il mio stato, la mia condizione. In fondo lei sa anche di questi altri aspetti, ma per il momento prevale, in lei, nel darsi u a spiegazione, del mio piacere ad essere cornuto, l' aspetto sessuale. È così qualche settimana fa, dopo la sua prima pomiciata con il nuovo amante, che arriva dopo più di 4 anni dall'ultimo, mentre lo facevamo, mi ha detto..cornuto! ! Per tre volte me lo ha ripetuto, su mia richiesta si...ma dopo la prima ha ripetuto spontaneamente per altre tre volte...cornuto!! È stata la prima volta..poi ecco che due sere fa, esce con lui, con me a casa...divertita dalla mia visibile erezione. E complice, consapevole, come non mai. infatti, prima di uscire mi ha detto che beh, si, così non era male, uno che la portava fuori, mentre il marito, le faceva trovare. la cena pronta...dopo... solo pochi giorni fa mi aveva fugace mente detto che beh il sabato e la domenica erano per l'ufficiale ( riferita al marito, al ruolo di marito) . Insomma la sua consapevolezza la sta facendo sempre più diventare padrona del suo ruolo, e mi sta ora sempre più facendo godere, sentire, il mio di ruolo la mia condizione di cornuto! Che finora avevo invece dovuto coltivare quasi da solo. Finora perché, beh perché, sono ornato da tempo. Credo di poter dire che Sono stato educato alle corna, nel tempo lentamente, inconsapevolmente e forse proprio per questo,profondamente.
Stiamo insieme dal 1997, conviventi dall'anno successivo, eravamo ragazzi, sposati nel 2008. Lei ha avuto tre amanti, due prima del matrimonio, uno dopo. Dei due ho saputo, sapevo, gia prima del matrimonio,come dire all'altare ci sono arrivato consapevole e ben fornito. Con Il primo è durata due anni con l'altro...10 mesi. Con il terzo, da sposati, (da un paio d'anni ) altri due anni. Sempre relazioni lunghe, le sue, relazioni vere, rapporti personali, intimi, vissuti. ..ma di questo nel caso dirò un'altra volta...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: da dove ricomincio..?
MessaggioInviato: venerdì 14 agosto 2015, 16:33 
Non connesso
-
-

Iscritto il: martedì 27 novembre 2012, 15:28
Messaggi: 2885
Ci hai fatto un quadro generale decisamente completo. Adesso sarebbe interessante se ci raccontassi con calma delle corna (le due prima delle nozze e la terza da sposati). Con calma e Con dovizia di particolari, quei particolari che ci piacciono tanto...
Siamo in salotto ad ascoltarti...

_________________
Diciamocelo con franchezza: siamo tutti sempre aspiranti. (cit.Malibu, 22 marzo 2016)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: da dove ricomincio..?
MessaggioInviato: venerdì 14 agosto 2015, 16:33 
Non connesso
--------------------
--------------------
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 gennaio 2007, 21:51
Messaggi: 227
Wow..


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: da dove ricomincio..?
MessaggioInviato: venerdì 14 agosto 2015, 18:30 
Non connesso
Utente certificato
Utente certificato
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 dicembre 2010, 16:03
Messaggi: 631
Località: roma
Wow. .lo prendo come un complimento?..va beh. .intanto con calma..e più che altro per quello che posso con ordine scusandosi con chi magari se cose le ha già sentite...dunque.
Stiamo insieme dal 1996, da giovanissimi, e questo è un particolare che ha avuto il suo peso. Lei 21 anni io 24 più o meno. Da subito, o quasi, conviventi. I primi anni tutto a gonfie vele, poi..beh poi, siamo diventati sempre più una coppia stabile, stabilissima, come una coppia sposata, i nostri amici si lasciavano, iniziavano e chiudevano le storie d'amore e simili, o avventure, tipiche di quella eta. Noi no, noi stavamo insieme.

Ora l'amore, in senso classico, difficilmente ci si pensa è esclusivo, anche nel senso migliore del termine, non può che essere esclusivo, tende ad essere unico. E così a noi è capitato di perdere i falò d'estate, e piu precisamente gli sguardi, certe atmosfere di quei falò, le attenzioni, le paure, le conquiste, i drammi, le perdite, le attrazioni tipiche di una certa età. Inevitabilmente, perché ci volevamo bene, noi bastavano a noi stessi, ma ci siamo ritrovati dopo qualche anno a sembrare, ad essere Come una coppia sposata, con tutta una serie di classici comportamenti, tipici. Routine, quotidianità, trascuratezza, tante cose date per scontate, e a quelle età, beh non era facile da gestire, e così quello che era rimasto, che avevamo lasciato, fuori dalla porta, inevitabilmente, è rientrato dalla finestra. Io, pigro, calcio birra, partite con gli amici, e poi stress da esami universitari, ho fatto quello che fanno tanti mariti, la ho trascurata. Poi oh mica solo questo, al di là di tutto, al routine può soffocare chiunque, non era solo colpa mia, io non potevo essere anche e sempre novità, curiosità, fascino, conquista..divertimento vivendo assieme non si riesce ad essere tutto, si finisce per entrare nel proprio ruolo.

Come facevo e come faccio ad essere fascino, conquista, novità, il mio odore è sempre quello, non posso non avere le mie abitudini, le mie pigrizie, le mie paure , le mie mutande,..mi conosce a memoria...non posso essere anche sempre novità, non posso desiderarla come chi non la ha. E poi beh ora posso dirlo, sono sempre stato, anche allora, poco fisico, poco carnale, più propenso all'idea che all'azione, anche sessualmente parlando. Pochi giorni fa, parlando con lei, ho riconosciuto questa mia indole, anche rispetto al passato, alle cose avvenute, alla mia consapevolezza delle corna che meritavo e lei mi ha risposto, pacatamente " allora lo ammetti".

Come a dire che lo, pensava già.

Eh si perché lei era il contrario, un fuoco costante, curiosa, fisica, carnale, portata per il contatto fisico, carezze, baci, cose che io ho sempre come dire tesò ad evitare, castrandola anche un po in questa sua inclinazione...e così. .beh..
Come dicevo...quello che era rimasto fuori dalla finestra. .

Convivevamo, da poco più di quattro anni e stavamo insieme da 7cinque..quando una sera tornando a casa....
La confessione, sua..Era pentita e disperata, io... beh reazione classica rabbia e orgoglio ferito..
Aveva deciso di dirmi tutto, perché facendosi prendere dall'entusiasmo e dall'intimita...lo facevano da mesi senza preservativo, e a lei però erano venuti dubbi e paure circa possibili malattie e così ha confessato. Tra l'altro all'epoca abbiamo dovuto fare, per scrupolo, tutta una serie di esami...come si dice cornuto e mazziato.
Lei aveva subito troncato con lui e chiedeva scusa...io dovevo decidere se capire, o chiudere tutto...I giorni seguenti furono davvero difficili..tanto, tanto. .

Però la guardavo ed era sempre lei, cosa era cambiato? Era sempre lei..e io a lei volevo bene, tanto. .poteva questa cosa fare di lei un'altra. .E poi in fondo capivo, ammettevo, tra me e me di averla trascurata, lo sapevo, era vero..e poi tutti quei discorsi da emancipato che facevo. ..ora alla prova dei fatti, ci credevo nel cose che dicevo o erano solo parole..? Decisi lentamente di capire. ..in quei giorni lunghi e tormentati. .stavo decidendo di capire. E poi più il tempo passava, piu cresceva una sensazione inaspettata, mi continuavo a far ripetere da lei come, quando..I particolari..era come dire una sorta di pegno che le chiedevo..ma poi..bhe. .passavano i giorni e io mi scoprivo sempre più eccitato, a pensarla, immaginaria con lui.

Facevo fatica ad ammetterlo, me ne vergognavo, questa cosa mi umiliata, ma cresceva...fino a ritrovarmi..col c...in mano toccandomi pensando a lei..era diventata, aveva sostituito ogni altra fantasia, sempre di più, sempre di più, era diventata il mio desiderio pornografico costante, da tempo, non mi eccitava così tanto..decisi di capire. È tutto ebbe inizio...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: da dove ricomincio..?
MessaggioInviato: venerdì 14 agosto 2015, 19:30 
Non connesso
--------------------
--------------------
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 gennaio 2007, 21:51
Messaggi: 227
"wow" perché dal telefono non riuscivo a scrivere cose più complesse in quel momento.

E' una storia diversa da quelle che si leggono qui di solito; si avverte una sorta di rassegnazione che non so se considerare evoluzione in positivo o fare.. uh.. "buon viso a cattivo gioco" quindi mi incuriosisce e mi invoglia a leggerne di più per approfondire e capirne di più.

Ecco spiegato il mio "wow" (sì: a mio modo era un complimento).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: da dove ricomincio..?
MessaggioInviato: venerdì 14 agosto 2015, 21:35 
Non connesso
voglio una regina nel mio letto
voglio una regina nel mio letto
Avatar utente

Iscritto il: martedì 3 agosto 2010, 15:43
Messaggi: 3567
Non avevo idea di come fosse cominciata per te.
Altra cosa:non so perché mi ero convinta che tu fossi vicino ai 60 come età!
Mi perdoni solo perché non addenso con la farina vero?

_________________
Amor et dominium non patiuntur socium.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: da dove ricomincio..?
MessaggioInviato: sabato 15 agosto 2015, 3:11 
Non connesso
Utente certificato
Utente certificato
Avatar utente

Iscritto il: martedì 7 dicembre 2010, 16:03
Messaggi: 631
Località: roma
Carissima, ti perdonerei comunque, anche perché non addensi con la farina. Eh si è iniziato tutto in modo tradizionale, moto tradizionale, mi porto dietro gli echi, le atmosfere della tragedia greca. Eh no solo, 43 per il momento..quanto a Aesir2 ( chissà chi è ansir1 ma comunque). Beh si è diversa, ogni storia lo è, diciamo che la mia è da sempre distante dalla dimensione di gioco che spesso si coniuga ad esperienze del genere. Come dicevo mi porto dietro le atmosfere della tragedia greca, il talamo nuziale profanato...c'è questa dimensione in me, nella mia esperienza. Buon viso a cattivo a gioco, anche in parte, forse. Diciamo che ho dovuto metabolizzare, e questa metabolizzazione, in parte puo può essere, semplificando molto, una forma di buon viso a cattivo gioco... Quanto alla rassegnazione. Certo che c'è. Ma non credo da intendere solo in senso negativo. Brucia, bruciano sempre, da morire le corna, allora come oggi.per me comportano sempre una perdita, come dicevo, la profanazione del talamo nuziale. No, non è un gioco, sono corna vere. Vissute. Storie vere le sue, sempre rapporti personali, intimi, forti, esclusivi. Io più che cuck, sono proprio cornuto. Molto simile all'originale. E più brucia, e più diventa forte, più forte di me. Come una falena che si avvicina alla fiamma, sono attratto..eccitato. .. È come, beh si come se fossi stato messo davanti alla mia natura più profonda, ad una mia condizione, mio modo di essere, che le corna hanno fatto venire fuori in maniera chiara mettendomi ci di fronte. Ecco sinceramente ancora non so, se sono state le corna a creare questa mia condizione, questo mio stato, o se ero così già da prima, da sempre, e le corna hanno solo fatto venire fuori questo mio modo di essere. Io propendo per la seconda ipotesi, ma il confine è labile...quindi si rassegnazione c'è come sottomissione, certamente si. Mischiate a liberazione però, liberazione, liberazione dal mio ruolo di marito classico, maschio classico, e da tutta quelle serie di regole collegate a quel ruolo. Ognuno di noi ha ruoli e personaggi, marito, figlio, capo ufficio, amico di calcetto, persona in fila alle poste.. ed ognuno di questi personaggi porta con sé una serie di regole di comportamenti. .ecco le corna mi hanno liberato dallo stereotipo di marito classico..E poi anche ammirazione per la sua bellezza, per la sua libertà, per la sua femminilità, femmina libera di essere tale anche al di là del rapporto con me, può essere femmina solo per me? E poi l'ammirazione comporta, in se, implicitamente sempre, una dose di sottomissione, di riconoscimento. .ci sono tanti, tanti aspetti...in me, nel mio essere cornuto, anche l'ammirazione e un po di immedesimazione nel maschio che prende che conquista...tante tante cose...affinate nel tempo, venute a galla con calma...per questo dicevo che in fondo credo di essere stato educato alle corna..di certo la dimensione del gioco non è per me molto presente..


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: da dove ricomincio..?
MessaggioInviato: sabato 15 agosto 2015, 9:13 
Non connesso
--------------------
--------------------
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 gennaio 2007, 21:51
Messaggi: 227
"aesir1" o, meglio, "aesir" è il mio nickname originale, ma ho dimenticato la password e mandato a ramengo l'account e in impeto di estro creativo ho creato "aesir2".

:D

Post complesso: dovrò metabolizzarlo un po' perché sposta di molto l'asse dal gioco alla realtà più cruda.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 322 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 33  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010