Il Salotto Italiano

di cuckold / sweet e bull
Oggi è lunedì 10 dicembre 2018, 2:24

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 186 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 19  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Un lungo cammino
MessaggioInviato: venerdì 18 dicembre 2015, 17:11 
Non connesso
--------------------
--------------------

Iscritto il: martedì 15 dicembre 2015, 12:55
Messaggi: 33
Scusate se non sono pratica...sono appena arrivata! :)
Prima di riprendere posto nuovamente, in unica soluzione, ciò che avevo già postato in un'altra sezione (presentazioni) che, effettivamente, non era la sede appropriata.

Sono Michela, Miky per gli amici, romana 47enne.
Sposata con Massimo 51.
La nostra storia sarà probabilmente simile a quella di altre coppie.....fatto sta che dopo tanto tempo (anni!!) di titubanti fantasie e approcci alla fine ci siamo lasciati andare.
Non sono tutte rose e fiori, come si sa....
Ma il nostro rapporto, che pure è molto cambiato, non ne è uscito travolto.
Siamo sposati da 18 anni.......è stato un lungo percorso! Lui si è sempre eccitato tantissimo quando gli altri mi guardavano, ma inizialmente attribuiva la cosa a orgoglio maschile.
Si eccitava per gli sguardi altrui.... si compiaceva.....e ne traevamo giovamento nella nostra intimità. Poi è capitato che fossi corteggiata mentre lui non c'era. Se lui arrivava e se ne accorgeva oppure se dopo glielo raccontavo io l'effetto sulla sua eccitazione era amplificato.
Oggi posso dire che mio marito non era mai stato molto prestante........ma se capitava qualcosa di quel tipo ne beneficiavamo entrambi! A me piaceva vederlo eccitato in quel modo e la cosa mi gratificava anche sul piano personale.
A me, ovviamente, piaceva molto essere lusingata e corteggiata.
Per un pò questo gioco, apparentemente innocente, sembrava bastarci....ma lui iniziò a chiedermi di dare un pò di corda ai miei corteggiatori
Non è facile! Per dare un pò di corda occorre essere coinvolte. Un uomo deve piacere....
La semplice idea di dare un pò di corda, però, fece sviluppare ulteriori fantasie e complicità fra noi, che amplificavano molto la nostra sessualità.
Questa cosa è andata avanti a lungo....un paio d'anni almeno.
Al dunque però, quando si è presentato un uomo che mi corteggiava e mi piaceva un sacco, mio marito si è fatto prendere da mille dubbi.
La chiusura netta da parte sua ha determinato risvolti negativi nella nostra intimità......che sembrava ormai alimentarsi solo grazie a certe fantasie.
Ero furiosa con me stessa e con lui. Ci spingevamo avanti e poi, rendendoci conto del pericolo, ci ritiravamo?
Perché allora farlo?
E mio marito cosa pretendeva? Che fossi solo un organo genitale, priva di emozioni, sentimenti e passionalità?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Un lungo cammino
MessaggioInviato: venerdì 18 dicembre 2015, 17:24 
Non connesso
moderatore
moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 14:28
Messaggi: 523
Grazie della condivisione. Il punto di vista femminile, poi, è molto apprezzatto.

Ho come la sensazione che ci sia altro...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Un lungo cammino
MessaggioInviato: venerdì 18 dicembre 2015, 17:50 
Non connesso
--------------------
--------------------

Iscritto il: martedì 15 dicembre 2015, 12:55
Messaggi: 33
Con questo tipo, che mi aveva corteggiato a lungo e al quale avevo dato corda era successo qualcosina, ma davvero poco....
A me lui piaceva davvero tanto.....E man mano i dubbi, la mia pudicizia e timidezza si stavano liquefacendo.
Non dico che ero pronta a fare il grande passo. Questo no, non ancora. Ma quando mi aveva baciata sul collo una sera che eravamo soli....avevo provato dei brividi fortissimi. E avevo faticato a staccarmi da lui, rimproverandolo col sorriso sulle labbra, come a dire...mi piaci ma non è ancora il momento.

La situazione si era fatta seria. Non era più un gioco. Sapevamo entrambi che continuare a dargli corda significava varcare la soglia dell'ignoto. E qui era sorta la chiusura di mio marito, netta, quasi a contestarmi di essermi spinta troppo in là.

Se durante il periodo in cui mister X mi aveva corteggiata avevamo raggiunto l'apice della passionalità coniugale, il periodo post era stato desolante. Senza quelle fantasie, senza il pensiero di mister x che ormai aleggiava, pur senza esserci, sotto le nostre lenzuola, la nostra intimità era svanita.

Avevamo sempre più dubbi e legittimi quesiti....esserci spinti un pò avanti ci aveva fatto toccare con un dito quella sessualità cerebrale della quale non potevamo ormai fare a meno, ma il timore di quello che non conoscevamo ci aveva provocato un brusco stop. Erano nati dubbi su di noi e sulle rispettive aspettative fino a finire in una situazione di stallo alquanto pericolosa.

Come l'abbiamo superata e risolta? Per caso e per fortuna...Dopo anni di tira e molla, eccitazioni progetti e pentimenti non poteva che essere il caso a risolvere.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Un lungo cammino
MessaggioInviato: venerdì 18 dicembre 2015, 19:29 
Non connesso
--------------------
--------------------

Iscritto il: giovedì 13 novembre 2008, 13:09
Messaggi: 323
Mi hai catturato, ora resto in attesa del prossimo capitolo della storia


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Un lungo cammino
MessaggioInviato: venerdì 18 dicembre 2015, 20:34 
Non connesso
--------------------
--------------------
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 marzo 2008, 9:10
Messaggi: 128
La fortuna aiuta gli audaci :D
Racconto di un'esperienza molto interessante......restiamo in attesa [smilie=happy.gif]

_________________
"Se vuoi realizzare i tuoi sogni l'unica cosa da fare è svegliarti"


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Un lungo cammino
MessaggioInviato: venerdì 18 dicembre 2015, 23:48 
Non connesso
moderatore
moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 15 giugno 2010, 9:37
Messaggi: 1371
Località: Roma
Sono molto interassato ... al caso ... sto vivendo una situazione non molto diversa ... in un certo senso...

_________________
... Quando una donna ti mette le corna non ti perdonera' mai che per colpa tua non l'abbia potuto far prima...
(Makuszynski)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Un lungo cammino
MessaggioInviato: sabato 19 dicembre 2015, 0:01 
Non connesso
--------------------
--------------------

Iscritto il: mercoledì 9 dicembre 2015, 18:35
Messaggi: 13
capisco bene il tuo imbarazzo, è capitato anche a me, ora l'ho superato grazie a mio marito che mi è sempre stato vicino. Abbiamo passato momenti simili ai tuoi ma li abbiamo superati parlandoci spesso e confrontando le nostre sensazioni più intime.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Un lungo cammino
MessaggioInviato: sabato 19 dicembre 2015, 10:14 
Non connesso
-
-

Iscritto il: martedì 27 novembre 2012, 15:28
Messaggi: 2885
Premetto che questo thread mi intrippa molto perché è vero, intenso ed emozionante.
Penso che sia legittimo e giustificato avere dei dubbi e delle incertezze, però, se hai dei dubbi te li devi togliere o devi smettere di giocare. Non puoi scherzare con il sesso e poi fermarti ad un millimetro dal confine. O stai a casa o passi il confine. Galleggiare nell'incertezza è deleterio e anche scorretto, verso la propria donna e anche verso il terzo. Non puoi chiedere alla tua donna di farsi corteggiare ma pretendere che poi soffochi le proprie emozioni perché tu non sei sicuro di poter digerire "il pasto". Quello che devi fare è rifletterci bene e poi prendere una decisione, quella che ritieni giusta.

_________________
Diciamocelo con franchezza: siamo tutti sempre aspiranti. (cit.Malibu, 22 marzo 2016)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Un lungo cammino
MessaggioInviato: sabato 19 dicembre 2015, 11:59 
Non connesso
Dolce teorico dell'esistenza della donna cuck.

Iscritto il: lunedì 4 giugno 2007, 12:07
Messaggi: 844
penso che il dubbio sia il confine. si gioca fino a questo punto poi no.
capisco il risentimento della persona che si sente usata ma il gioco è coinvolgimento per sua stessa natura parziale.
se giochi per definizione il tuo coinvolgimento emotivo dev'essere a tempo. sennò sembri quello che crede di essere veramente zorro avendone messo la maschera a carnevale.
bisogna usare l'autocontrollo: il gioco vero non è per tutti e molte donne non sono all'altezza del compito fallendo miseramente.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Un lungo cammino
MessaggioInviato: sabato 19 dicembre 2015, 14:59 
Non connesso
Sempre correttamente
Sempre correttamente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 15 agosto 2013, 1:13
Messaggi: 356
Località: Milano
sono curioso di leggere la continuazione. ma come hai conosciuto il forum? state scrivendo insieme?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 186 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 19  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010